Protezione dei dati aziendali: 5 semplici consigli da cui partire

Francesca Miotto

I dati aziendali corrispondono ad uno degli asset fondamentali che rendono un’azienda competitiva e vincente nel settore di mercato in cui opera: attraverso di essi è possibile, infatti, conoscere le preferenze e i comportamenti del cliente per proporgli il giusto prodotto o servizio nel momento giusto.

Per tale motivo, questo elemento strategico deve essere tutelato attraverso un’archiviazione e una gestione protetta dal possibile tentativo di furto e appropriazione indebita da parte di non addetti.

Un’azienda deve, pertanto, dotarsi di una strategia di sicurezza informatica con il fine di tutelare i dati e non dare alcuna possibilità agli hacker di accedere a questa fonte di informazioni.

 

Sicurezza informatica in azienda: alcune premesse

La sicurezza informatica non è un’attività che, una volta fatta, protegge la rete aziendale fino a tempo indeterminato: è, piuttosto, una serie di azioni da svolgere con cadenza regolare.
Il continuo svolgimento di una strategia di sicurezza di questo tipo comporta:

  • una difesa più efficace contro gli attacchi sempre più sofisticati e aggiornati dei criminali del web, i quali sono sempre alla ricerca di nuovi modi per penetrare la rete;
  • il controllo continuo degli accessi ai dati aziendali, per sapere chi è autorizzato a consultare determinate informazioni sensibili.

Inoltre, è importante essere consapevoli del fatto che la sicurezza informatica non è completamente infallibile, ma che i costi a cui si va incontro nel caso di completa mancanza di protezione sono molto più seri di quanto si possa pensare.

Vediamo ora alcuni semplici consigli che tutti possono seguire per limitare il pericolo di fuga e perdita di dati.

Sicurezza informatica in azienda: 5 semplici consigli

 

1. Spegni sempre il computer quando non sei in ufficio

Sembra una sciocchezza, ma quante volte ti è capitato di uscire a pranzo e di lasciare il tuo laptop incustodito? Lasciare il pc operativo quando non sei in ufficio, consente a chiunque di avere accesso alle informazioni al suo interno e di usarle a proprio piacimento.

Ricorda che, nonostante la fiducia verso i propri dipendenti sia fondamentale, evitare i rischi lo è ancora di più.


2. Utilizza una password che sai solo tu

Proteggi il tuo account con una password, soprattutto se il computer che utilizzi viene usato anche da altre persone con il proprio profilo all’interno.
Cambia, inoltre, password per ogni funzione: utilizza una parola di accesso per entrare nella tua casella di posta che sia diversa da quella che usi per entrare nel software gestionale e così via.

In questo modo, chiunque scopra una delle tue password non potrà comunque vedere tutte le informazioni in tuo possesso.


3. Esegui un backup dei dati dei tuoi clienti

Fare un backup significa fare una copia dei dati dei tuoi clienti nel caso in cui la versione originale di quest’ultimi venga persa a causa di un errore del sistema, una cancellazione indesiderata o per via di un attacco informatico.

La copia dei dati può essere conservata in un CD, un DVD oppure una memoria esterna come una chiavetta usb o un hard disk.

 

4. Rendi sicura la tua rete wireless

Imposta una password anche per la tua rete internet, in modo da non consentire a degli sconosciuti di utilizzare la rete aziendale per navigare su internet per fini personali o su siti potenzialmente pericolosi.


5. Limita l’accesso ai dati dei clienti in base alle necessità dei tuoi dipendenti

Se ad un tuo dipendente serve poter usufruire di un determinato tipo di dati, non è giusto che sia autorizzato a vederli tutti: questo significa impostare gli accessi in modo da mostrare solo le informazioni strettamente necessarie ai giusti addetti per poter svolgere il lavoro al meglio.


Conclusione: un esperto che faccia il lavoro per te

I consigli di cui abbiamo parlato qui sopra sono semplici accorgimenti che possono essere effettuati in pochi minuti e limitare i pericoli, però alla rete aziendale serve un aiuto in più: i metodi che gli hacker utilizzano per penetrare nei nostri computer e rubare dati all’interno sono perfezionati in continuazione per riuscire a superare tutte le difese implementate.

Per questo motivo, il lavoro di difendere la sicurezza aziendale diventa un lavoro a tempo pieno che viene effettuato da una figura professionale molto specifica e preparata: l’esperto di cyber security.

L’esperto in questione è una figura altamente specializzata che si dedica interamente a proteggere e risolvere i problemi che minacciano la rete aziendale e che possono risolversi in una fuga di dati.
Oltre all’esperienza che lo contraddistingue, un esperto di sicurezza informatica possiede competenze specifiche apprese da corsi e certificazioni, le quali descrivono l’ambito in cui è più specializzato.

Qual è la figura più adatta al tuo ambito aziendale? Quali sono le certificazioni che dovrebbe possedere?

TROVA L'ESPERTO DI CYBER SECURITY PIÙ ADATTO ALLA TUA AZIENDA! Scarica la nostra guida!

 

Topics: Sicurezza informatica

Scritto da: Francesca Miotto

Consulente in ambito formazione ed organizzazione: affianco il cliente nella fase di analisi del fabbisogno formativo delle diverse divisioni aziendali, nella progettazione dei percorsi di crescita delle competenze professionali, individuali e collettivi, nello scouting dei fornitori e nell’organizzazione delle attività d’aula. Lo supporto inoltre nella ricerca del canale di finanziamento più adeguato alla specifica realtà aziendale, nella gestione, coordinamento e tutoraggio dell’intero progetto finanziato.
Cercami su: