Perchè una PMI dovrebbe investire in un’app di realtà aumentata?

Giulia Salamone

La realtà aumentata rappresenta una reale opportunità di crescita per le pmi. Ce lo dice un report di Capgemini, la società francese attiva nei settori della consulenza informatica e della fornitura di servizi professionali. L’indagine ha rilevato che l'82% delle aziende che attualmente implementano soluzioni AR e VR afferma che i benefici soddisfano o superano le loro aspettative. Non solo, ma secondo lo stesso report, entro i prossimi 3 anni il 50% delle imprese ha in programma di iniziare a pensare di integrare questi servizi all’interno del suo processo produttivo.

Mettere in atto strategie legate all’innovazione tecnologica è infatti una consapevolezza consolidata anche tra le piccole e medie imprese che sanno di dover implementare una strategia al più presto se non vogliono restare fuori dal mercato. Secondo un’altra indagine di Ricoh su 3300 pmi italiane, il 59% dei manager sostiene che l’innovazione sia una priorità assoluta e per “innovazione” il 56% intende proprio l’introduzione di nuove tecnologie negli ambienti di lavoro.

Ma cerchiamo di capire il perché di questo fermento. Quali sono i benefici che un’app di realtà aumentata può apportare ad un’azienda piccola o grande che sia:

 

È una tecnologia innovativa in grado di qualificare e differenziare prodotti e servizi in un periodo storico in cui le probabilità di trovare un mercato del tutto saturo è davvero bassa. Ciò che serve alle aziende è trovare una soluzione che le aiuti a differenziarsi rispetto ai competitors e ad attirare nuovi clienti. La realtà aumentata sembra sposarsi davvero bene con questa esigenza. Con una tecnologia così innovativa, la probabilità di offrire ai clienti qualcosa che i tuoi concorrenti ancora non hanno è davvero alta.

 

2. È una tecnologia facile da usare:

Per quanto nuova, è una tecnologia a cui hai accesso tramite devices ormai a te familiari come smartphone, tablet o dispositivi oculari molto intuitivi. A seconda dell’esigenza è meglio usare il devices mobile o un visore dedicato. Resta però il concetto di base: non servono sforzi aggiuntivi per imparare ad usarla perché ciò che c’è da sapere fa ormai parte del nostro bagaglio di conoscenze.

 

3. Migliora le esperienze d’acquisto:

Oggi più che mai il consumatore sta cambiando le sue aspettative rispetto al processo di acquisto ormai integrato tra online e offline apprezzando sempre più la possibilità di vivere un’esperienza innovativa e perché no, personalizzata. Insomma stiamo diventando tutti più esigenti quando dobbiamo affrontare un acquisto. Se lo siete voi, lo saranno anche i vostri clienti. La realtà aumentata in questo senso gioca un ruolo importante perché rivoluziona la customer experience attraverso nuove tipologie di interazione con i prodotti in molti ambiti. E la fase d’acquisto diventa anche più divertente.

 

4. Incrementa la probabilità di chiudere le vendite:

Con la realtà aumentata, è possibile visualizzare un oggetto nella sua forma "vera" prima di effettuare effettivamente un acquisto. Immaginate di dover vendere un prodotto complesso oltre che costoso come può essere un macchinario industriale e, a meno che non si tratti di un cliente molto affezionato, dovete fare i conti con i vari concorrenti che il prospect prenderà in considerazione. Dare loro la possibilità di interagire col prodotto e di conoscerne tutti i dettagli fino alla meccanica interna, sin dal primo incontro, aiuta a superare la confusione conoscitiva portando l’utente verso una decisione d’acquisto più informata.

 

5. È una tecnologia a servizio dei processi aziendali:

Dalla progettazione, all’assemblaggio, alla vendita, all’assistenza con un importante supporto alla formazione del personale, sono diversi i campi in cui la realtà aumentata può essere sfruttata dai collaboratori di un’azienda per ottimizzare il loro operare quotidiano. Evolvono le modalità di manutenzione, di presentazione dei prodotti, di training ai dipendenti ed in alcuni settori si possono introdurre nuove procedure di design review o design collaborativo.

 

Applicare la realtà aumentata alla tua strategia di marketing

Sono sempre più le aziende che mettono a budget una soluzione di realtà aumentata da inglobare nella loro strategia di marketing proprio per alcune delle ragioni che abbiamo affrontato prima. Anche perché, chi opera nel marketing è sempre alla ricerca di nuove soluzioni per aumentare l’efficacia della propria comunicazione e attirare nuovi clienti. Le indagini di mercato di cui sopra e gli esempi già presenti sul mercato ci fanno riflettere sull’entusiasmo di chi l’ha saputa impiegare al meglio. Risulta quindi difficile rimanere impassibili davanti alle sue potenzialità.

 LA REALTÀ AUMENTATA AIUTA IL MARKETING A VENDERE DI PIÙ   Scopri come scaricando la nostra guida gratuita!

Topics: Augmented Reality

Scritto da: Giulia Salamone