Formazione dei dipendenti sulla sicurezza informatica: consigli per iniziare

Giulia Madeddu

La sicurezza informatica non è solamente difesa dei software aziendali, ma è, innanzitutto, prevenzione: utilizzando i giusti strumenti ed educando i dipendenti sui pericoli della rete a cui sono sottoposti ogni giorno.

I tuoi dipendenti giocano, infatti, un ruolo fondamentale quando si parla di mantenere il network aziendale in sicurezza, poiché sono direttamente coinvolti nell’utilizzo di software, macchinari e piattaforme lavorative che interagiscono tra di loro. 

Qual è il modo migliore per coinvolgere e sensibilizzare i tuoi collaboratori riguardo al delicato argomento della sicurezza informatica?Investire nella loro formazione.

 

L’importanza della formazione ai dipendenti

Una cultura aziendale carente sull’argomento cyber security è un pericolo sia per se stessa che per le imprese che ci entrano in contatto.
La negligenza e l’inconsapevolezza dei dipendenti vengono considerate le cause più probabili di un attacco in azienda: così riferisce la ricerca globale di EY, intitolata “Cybersecurity regained: preparing to face cyber attacks”, proprio perché gli hacker sfruttano le vulnerabilità più evidenti di una realtà aziendale per fare breccia e rubare informazioni sensibili.

Il concetto che un’impresa possa perdere dati fondamentali per se stessa e per le figure che interagiscono con essa, tra cui clienti e fornitori, deve essere archiviato e sostituito da una nuova cultura di formazione e insegnamento.

Ecco alcuni consigli per sensibilizzare i tuoi dipendenti sul rischio informatico e per diffondere una cultura di prevenzione efficace.


1. Simula un attacco hacker

Molto spesso un attacco informatico passa attraverso veicoli innocui come la posta elettronica: un esempio è l’email di phishing, la quale sembra inviata da un mittente autorevole, mentre invece nasconde al suo interno un link malevolo con cui vengono rubati i dati della vittima.

Una simulazione basata su minacce di questo tipo, chiamata phishing test, è un ottimo modo per far comprendere la reale minaccia a cui si è sottoposti ogni giorno: l’esperimento consiste nell’inviare senza avvertimento un messaggio di phishing ai dipendenti e vedere quanti di essi cadono vittime della “trappola”.

Con questo stratagemma, è possibile programmare la formazione sulla minaccia che più ha persuaso il team. 

 

2. Crea un piano in cui coinvolgere i tuoi manager

Una pianificazione accurata deve comprendere, innanzitutto, il budget da destinare all’attività descritta, in questo caso la sicurezza informatica, e allineare tutti i responsabili del progetto per un’esecuzione unita ed efficace del programma.

All’interno del budget devono essere contati i costi annuali per ogni operatore coinvolto e per ogni hardware e software impiegati, ricordando che è importante non lesinare su spese di questo tipo perché il rischio alternativo di perdere dati sensibili, come le informazioni personali dei dipendenti, oppure formule e segreti aziendali, e conseguentemente la propria reputazione, è troppo alto per essere ignorato.

 

3. Effettua dei test di valutazione

Con cadenza regolare, è importante sottoporre la rete informatica (sia tra soggetti esterni che tra gli stessi macchinari), i sistemi hardware e software utilizzati e i dipendenti a dei veri e propri esami per scoprire il livello di vulnerabilità delle risorse coinvolte nel caso di cyber attacchi o intrusioni.

Questo è anche un ottimo modo per tenere al corrente i dipendenti sui progressi che stanno facendo in ambito di sicurezza e per informarli sulle lacune da recuperare.

 

4. Proponi dei corsi di formazione

I tuoi dipendenti dovrebbero avere la possibilità di frequentare dei corsi di formazione e aggiornamento regolari per acquisire nuovi metodi con cui evitare di rimanere vittime di attacchi informatici.

Infatti, come è importante aggiornare i sistemi per riparare le vulnerabilità, altrettanto lo è fornire ai propri dipendenti gli strumenti giusti per affrontare le minacce a cui sono sottoposti, oltre che per conoscere il problema ed evitarlo.

 

Il consiglio più importante: assumi un esperto

Educare i tuoi dipendenti è un passo molto importante per limitare al minimo le minacce informatiche, tuttavia proteggere la rete aziendale va oltre a questo: per tale motivo, ogni azienda dovrebbe fare riferimento ad un esperto di cyber security il cui compito è quello di dedicarsi interamente a proteggere e risolvere i problemi che minacciano la rete aziendale.

Oltre all’esperienza che lo contraddistingue, un esperto di sicurezza informatica possiede competenze specifiche apprese da corsi e certificazioni, le quali descrivono l’ambito in cui è più specializzato.

Qual è la figura più adatta al tuo ambito aziendale? Quali sono le certificazioni che dovrebbe possedere?

TROVA L'ESPERTO DI CYBER SECURITY PIÙ ADATTO ALLA TUA AZIENDA! Scarica la nostra guida!

 

Topics: Sicurezza informatica

Scritto da: Giulia Madeddu

Mi occupo di progetti di formazione e di attività di marketing.
Cercami su: